domenica 18 novembre 2012

Restiamo Umani.

Quello che sta succedendo a Gaza in questi giorni è commentabile con due sole parole: Vittorio Arrigoni. Credo che la pace in palestina arriverà molto presto, se la comunità internazionale persevererà a lasciare tutta questa libertà ad Israele, assisteremo inevitabilmente a un genocidio. Restiamo umani. E rileggiamo il libro di Vik.
Continua a leggere

domenica 11 novembre 2012

Sicuri che sia normale?

Non ho molto da scrivere a riguardo, solo alcune parole, semplici, che vanno molto al di là del giudizio che ogni persona esprime sul tema "caccia" (io la aborro e la abolirei, detto per inciso): Sicuri che ci sia qualcosa di normale nell'andare a giro con una arma da fuoco carica?
Continua a leggere

venerdì 9 novembre 2012

Si faccia una domanda, si dia una risposta

Si riducono i posti letto negli ospedali. I tagli economici alle province fanno scattare la protesta del riscaldamento. Ce lo chiede l'Europa, lo vuole la spending review. Qualcuno mi spieghi perchè, se la spending review è un mostro sacro ed intoccabile, ci sono manager di aziende a totale capitale pubblico, come Poste Italiane, che continuano a percepire 1,5 milioni di euro l'anno. A loro non tagliamo il riscaldamento? La risposta esatta NON è: "perchè Poste ha un A.d. privato pur essendo una società di proprietà del governo", visto che per la stessa spending review sono stati tagliati 1500 uffici "redditivi".
Continua a leggere

mercoledì 7 novembre 2012

Sulle grandi riforme

Quindi le provincie sono diminuite. E non mi è chiaro il motivo. Se le provincie, come enti sono funzionali a qualcosa, qualsiasi cosa essa sia, come, che ne so, farsi portavoce delle esigenze dei minuscoli comuni sui cucuzzoli delle montagne, non vanno soppresse o accorpate. Se, invece, le provincie non servono a nulla, vanno eliminate. Però è da ammettere che c'è del genio, in questa piccola riforma: le città metropolitane. Cioè Firenze, Prato e Pistoia, ad esempio, tutte insieme felicemente, creando una zona col solo epicentro di Firenze, levando le deleghe ai due comuni più piccoli. Eccoci servito prossimamente dal nuovo sindaco di Firenze, sempre che non decida di andare a giro in camper anzichè amministrare la propria città, il nuovo aereoporto internazionale, a danno di Prato est, e una bella discarica che si prenda tutto quello che Firenze non riesce più a macerare, a Pistoia sud. Benvenuti in una grande città metropolitana.
Continua a leggere